Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Rimpatrio della salma o delle ceneri in Italia

La perdita di una persona cara è sempre causa di grande dolore, ma se questa avviene all’estero al dolore si aggiunge la necessità di risolvere alcuni problemi pratici.

Ecco alcune indicazioni per la soluzione di questi problemi.

L’Ambasciata d’Italia a San José fornisce assistenza in caso di rimpatrio di salme o ceneri di cittadini italiani deceduti in Costa Rica.

Per il rimpatrio delle salme/ceneri è necessario presentare la copia originale e una fotocopia dei seguenti documenti:

  • Certificato di morte del Registro Civile della Costa Rica (va bene il foglio giallo);
  • Certificato medico che attesti che la persona non è morta per una malattia infettiva-contagiosa;
  • Autorizzazione all’espatrio della salma rilasciato dal Ministero della Salute del Costa Rica;
  • Dichiarazione dell’impresa di pompe funebri che attesti che il trasferimento riguarda solo il corpo o le ceneri della persona deceduta.

Tutti i documenti devono essere apostillati dal Ministero degli Affari Esteri del Costa Rica e tradotti in italiano da un traduttore ufficiale (la firma del traduttore deve essere autenticata dal Ministero degli Affari Esteri).

È inoltre necessario presentare al più presto una copia dell’itinerario completo del volo della salma/ceneri, affinché l’Ambasciata possa richiedere alle autorità italiane l’autorizzazione all’ingresso in Italia e il rilascio del Certificato Consolare, equivalente al “Passaporto Mortuario”.

NOTA: La bara o il contenitore con le ceneri devono essere sigillate dall’Ambasciata.

La tabella dei diritti consolari da pagare si trova qui.